Piazza Affari ritrova il sorriso: la festa continuerà nel breve?

Il Ftse Mib è reduce da una settimana molto positiva che lascia ben sperare, ma non bisogna dimenticare che il sentiero del recupero resta tutto in salita. I market movers da seguire in avvio di ottava.

Anche l’ultima seduta della scorsa settimana si è conclusa in maniera contrastata per le Borse europee che, al pari di quanto accaduto nella sessione precedente, non sono riuscite a muoversi tutte nella stessa direzione, presentandosi al close precedute da segni diversi. Il Ftse100 è sceso dello 0,19%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dello 0,32% e dello 0,44%.

La maglia rosa è stata indossata nuovamente da Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 19.390 punti, in rialzo dell’1,07%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 19.529 e un minimo a 19.339 punti.

Molto positivo il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips ha messo a segno un rialzo del 3,78% rispetto al close del venerdì precedente.

Ftse Mib in forte recupero: ancora spazi al rialzo nel breve?

Il Ftse Mib ha aperto la settimana con un gap-up che lo ha portato da subito oltre i 19.000 punti, con un primo test di area 19.200. Questo livello è stato messo sotto pressione nelle quattro giornate consecutive, per poi essere violato nell’ultima sessione prima del week-end, quando si è avuto un allungo fino ad area 19.500, con una chiusura circa un centinaio di punti più in basso.

L’indice ha dato un seguito al recupero avviato dai minimi dell’anno in area 18.400, avvicinandosi alla soglia dei 19.500 punti, il superamento della quale aprirà nuovamente le porte ad un allungo verso area 20.000, già avvicinata all’inizio della seconda metà di ottobre.

In caso di violazione dei 20.000 punti l’ascesa dell’indice potrà proseguire verso i 20.200 e i 20.500 punti, oltrepassati i quali ci sarà spazio per estensioni rialziste in direzione dei 20.700/20.800 prima e di area 21.000 in un secondo momento.