Mercato due ruote, bene il 2019

Il segmento moto continua a trainare il mercato, con un +13,7% nel 2018 che lo porta quasi a 93mila pezzi.

Cielo limpido all’orizzonte per il mercato delle due ruote. A prevedere un 2019 roseo sono gli oltre 200 operatori del settore esponenti di case, concessionarie e altre aziende del comparto che hanno preso parte a Roma a “La Capitale Automobile Moto”, l’unico summit in Italia dedicato al mondo delle due ruote organizzato dal Centro Studi Fleet&Mobility e Agos.

Gli operatori intervenuti hanno espresso, con la tecnica del televoto, le loro previsioni sull’andamento delle vendite di moto e scooter nel 2019. Per gli scooter più della metà dei votanti prevede vendite in crescita nel 2019, per uno su quattro ci sarà una contrazione dei volumi, mentre uno su cinque stima che le vendite saranno sullo stesso livello del 2018. Anche per le moto uno su due partecipanti al televoto ha previsto che le vendite nel 2019 cresceranno, il 43% si esprime per performance stabili e solo un votante su 10 stima un mercato in contrazione.

Continuerebbe, quindi, secondo quanto emerso dal televoto, il trend positivo del mercato dei motoveicoli, che ha visto nel 2018 un aumento delle vendite di +5,3% rispetto all’anno precedente, con un numero di pezzi immatricolati che hanno sfiorato le 240mila unità.

Il segmento moto continua a trainare il mercato, con un +13,7% nel 2018 che lo porta quasi a 93mila pezzi. Anche gli scooter targati hanno fatto registrare una crescita, +3,7%, con quasi 126.500 immatricolazioni. I ciclomotori invece continuano a calare, con -12,4% sul 2017.

La crescita maggiore l’hanno avuta le Enduro, le Naked e le Sportive. Le cilindrate piccole, quelle che non superano 125cc, hanno segnato il maggior incremento rispetto al 2017, raggiungendo un ottimo +15,7% di vendite, con oltre 58mila unità immatricolate, rispetto alle 50mila dell’anno precedente. Un segno che forse questi mezzi sostituiscono spesso i “cinquantini”.

Un ottimo risultato lo segnano anche le cilindrate medie che vanno da 251 a 500cc, con un incremento del 15% con oltre 60mila immatricolazioni. Questo segmento di cilindrata è anche quello con la maggiore quota di mercato (27,5%). I segmenti che vanno da 126cc fino a 250cc, registrano un andamento negativo, passando dalle oltre 28mila unità immatricolate nel 2017 alle 27mila dell’anno appena chiuso.

Per quanto riguarda il finanziato moto, il 2018 si è chiuso per Agos con incremento di circa il 5% verso l’anno precedente con una quota di mercato di circa il 60% sul finanziato totale due ruote in numero pezzi.

 

  • Source: La Repubblica