Lombardia, cosa rende speciale la Valtellina

La regione alpina incanta i visitatori in ogni periodo dell’anno grazie alla vasta gamma di offerte per tutti i gusti.

La regione alpina della Valtellina, in Lombardia, è quella vasta area in provincia di Sondrio che si estende per circa 200 chilometri tra il Lago di Como e il Passo dell’Aprica. Con le sue celebri stazioni sciistiche di Livigno e Bormio è presa d’assalto dai molti appassionati di sport invernali. Ma risulta essere un luogo ideale per riscoprire la montagna più autentica in ogni stagione dell’anno. Fino a primavera a fare da padrone sono le settimane bianche, anche in formato famiglia. Sono infatti diverse le località in cui grandi e piccoli possono divertirsi sulla neve grazie a offerte speciali, e alle aree gioco attrezzate che comprendono parchi giochi sulla neve, scuole sci, piste per slittino.

Lombardia, la Valtellina accontenta tutti i gusti 
La natura intatta di un territorio versatile e amato dagli sportivi offre la possibilità di praticare diverse attività. Dal trekking alle escursioni nei bellissimi parchi e riserve naturali come il Parco Nazionale dello Stelvio, il Parco delle Orobie Valtellinesi e l’Osservatorio eco-faunistico alpino dell’Aprica. Ma anche itinerari in bici lungo i suggestivi percorsi ciclopedonali del Sentiero Valtellina e della ciclabile Valchiavenna, dove ammirare la bellezza dei paesaggi del fondovalle. In estate le esperienze più entusiasmanti sono quelle in canoa o facendo rafting lungo i fiumi che qui scorrono insieme ai paesaggi. La bellissima vista abbraccia i vigneti terrazzati dominati da chiese e castelli. Sono accontentati anche i buongustai grazie alla ricca varietà di prodotti. 

Tra quelli più noti che si fregiano anche dei marchi europei di qualità e di origine figurano la Bresaola della Valtellina IGP, i Pizzoccheri IGP, piatto principe del territorio, il Bitto DOP, il Valtellina Casera DOP, le Mele di Valtellina IGP, i preziosi Vini DOC e DOCG. Prelibatezze che si possono assaporare nei numerosi ristoranti tipici ma anche nei rifugi e negli agriturismi. Se non è lo sport o la gastronomia ad interessare in questo angolo della Lombardia, allora basta sapere che ognuno dei 77 Comuni della Valtellina offre spunti per una visita culturale, tra palazzi storici del Cinquecento e del Seicento e le oltre 500 chiese.

Si abbracciano la cultura contadina, l’arte, la flora, la fauna, la mineralogia. Tra le esperienze da non perdere il viaggio sul Trenino Rosso del Bernina, entrato a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, che da Tirano porta a St. Moritz e la visita alla Rupe Magna di Grosio, una delle più grandi rocce incise sull’arco alpino dove sono rappresentante oltre 5000 figure. A completare un quadro già estremamente vario anche le strutture termali. Nella zona di Bormio, infatti, le terme erano note fin dai tempi dei Romani e le strutture sono predisposte ad accogliere anche i bambini con spazi a loro dedicati.

  • Source: la Stampa