Airbnb estende in Italia l’offerta Plus di case di design

In febbraio, a San Francisco è stato annunciato il lancio di Airbnb Plus , una nuova categoria disponibile sulla piattaforma – si legge in una nota – che offre ai viaggiatori unaselezione di case verificate secondo criteri di comfort, qualità e design . Ad otto mesi dal lancio, i mercati in cui Airbnb Plus è disponibile sono più che raddoppiati ma è l’Italia il Paese che ha registrato i riscontri più positivi, sia in termini di numero di annunci, cresciuti del 120% dal lancio ad oggi, che in utilizzo del servizio, con un +60% registrato nel numero di prenotazioni tra il secondo e il terzo trimestre. Roma e Milano in particolare sono protagoniste della crescita anche a livello internazionale: Milano si distingue per il tasso di crescita (+86%), mentre Roma insieme a San Francisco, Sydney, Melbourne e Barcellona rientra tra i mercati con l’offerta più alta. A questi due primi mercati si è da poco aggiunta Firenze e sono prossime al lancio Venezia, Torino, Bologna, Napoli ma anche la campagna Toscana, la Sicilia, la Costiera amalfitana e la provincia di La Spezia. Con l’obiettivo di raggiungere 1 miliardo di ospiti l’anno entro il 2028 , Airbnb prosegue in questo modo nella creazione di un’ offerta varia e diversificata , in grado di raggiungere i viaggiatori di tutto il mondo. Le prenotazioni Airbnb Plus in Italia ad oggi arrivano principalmente da Stati Uniti (44%), Inghilterra, Australia, Canada e Francia. Per quanto riguarda gli italiani che scelgono Plus quando viaggiano all’estero, le mete preferite sono invece Los Angeles (26%), Londra (16%), Cape Town (16%), Barcellona (8%) e Toronto (4%). Per poter entrare a far parte della categoria Plus le case devono rispettare criteri di selezione piuttosto rigidi (tra cui l’aver accettato almeno il 95% delle prenotazioni e aver ricevuto una valutazione media da parte degli utenti di 4,8 stelle su 5 ) e superare l’ispezione degli ispettori Airbnb che si assicurano che queste rispettino degli alti standard in termini di omogeneità dei
servizi offerti, cura dei dettagli, stile, pulizia e accessori, attraverso una checklist di oltre 100 punti . Arrivati al termine del processo, gli host Plus possono però godere di evidenti vantaggi economici, poiché a livello globale è stato registrato un aumento delle prenotazioni del 40% e il 75% di crescita nei guadagni